Steve Wozniak difende Megaupload, DotCom: “Grazie Woz e EFF”

Dopo l’EFF, Alicia Keys, Kim Kardashian e Will.i.am, un’altra “star” abbraccia la “battaglia” contro il governo degli Stati Uniti da parte del creatore di MegaUpload, Kim DotCom, il “mitico” co-fondatore di Apple, .

Secondo quanto riportato da CNET infatti, Woz, in un recente viaggio in Nuova Zelanda, arrivato ad Auckland, è stato ospitato nella villa di DotCom.

I due si sono fatti immediatamente immortalare insieme segno che, nonostante le gravi accuse mosse dal governo degli Stati Uniti contro “l’uomo MegaUpload”, una buona parte dell’opinione pubblica continua incensantemente a sostenerlo.

Scrive CNET a questo proposito:

“Durante un viaggio in Nuova Zelanda, Steve Wozniak si è fermato a casa DotCom ad Auckland e ha fatto diverse foto con il fondatore di MegaUpload che è attualmente accusato dal governo degli Stati Uniti per violazione di copyright, riciclaggio di denaro e frode telematica. Gli Stati Uniti stanno cercando di estradare DotCom ed è infatti prevista un’udienza in Nuova Zelanda per decidere sulla vicenda ad agosto”.

DotCom dal canto suo, non si è mostrato però minimamente preoccupato, e sul suo nuovo account Twitter parlando dell’incontro con l’amico Woz ha cinquettato:

“È un grande uomo e soprattutto un grande sostenitore di Electronic Frontier Foundation (EFF) e sta cercando di aiutare gli utenti di Megaupload a riavere i propri file. Grazie Woz e EFF”.

Condividi questa pagina con i tuoi amici
|

Commenti

Altre Notizie PianetaTech, news di tecnologia
18 aprile 2014

Uno studio per capire come deve ballare un uomo che vuole attrarre le donne

Ballare è senza dubbio un gesto di espressione personale (che alcuni dovrebbero astenersi dal fare) ma spesso è anche la cosiddetta “espressione verticale di un desiderio orizzontale”. Dunque se il fine settimana... continua>
18 aprile 2014

FootMov,controllare i videogiochi con i piedi

FootMoov è un progetto che punta a rendere le vostre scarpe dei controller di gioco, usarle insomma sarà un po’ come avere due controller del Wii attaccati ai piedi. LEGGI ANCHE: Lo specchio per... continua>