Motorola, Android: 100 dollari di bonus se non si riceve l’aggiornamento a Jelly Bean

Novità importanti per tutti i possessori di smartphone o per coloro che si accingono ad acquistarne uno .

Il neo amministratore delegato del gruppo, Dennis Woodside, ha dichirato che la gran parte degli smartphone presentati durante lo scorso anno riceveranno l’aggiornamento alla versione Jelly Bean del sistema operativo Android;  qualora però questo non dovesse avvenire il cliente avrà diritto ad un bonus del valore di 100 dollari per l’acquisto di un nuovo smartphone basato sull’OS firmato Mountain View tra quelli presentati proprio ieri, e che ovviamente prevedono la presenza dell’ultima versione di Android.

APPROFONDIMENTO: Da Samsung la fotocamera con Jelly Bean

Naturalmente l’iniziativa è confinata, almeno per ora, soltanto al territorio a stelle e strisce e non è ancora noto se sarà estesa anche all’Europa. Sicuramente Woodside ha la certezza che le proposte 2011 saranno aggiornate, ma resta comunque una campagna interessante che speriamo riguardi presto anche il Vecchio Continente ed altri produttori di smartphone, in modo tale da poter offrire alla clientela una corretta copertura, longevità e garanzia.

Jelly Bean fin dal momento dell’uscita è stato molto apprezzato sia dagli utenti che dagli stessi sviluppatori ed addetti ai lavori.

Condividi questa pagina con i tuoi amici
|

Commenti

Altre Notizie PianetaTech, news di tecnologia
24 luglio 2014

Bunch o’ Balloons, il progetto su Kickstarter per vincere ogni guerra con bombe d’acqua (foto e video)

In una guerra combattuta a colpi di bombe d’acqua, la parte più lunga, difficile e noiosa è sempre la stessa: la corsa agli armamenti. Inutile girarci attorno: sorpreso da un attacco improvviso,... continua>
24 luglio 2014

L’aeroporto Heathrow di Londra potrebbe diventare una città futuristica

Se avete mai viaggiato verso l’Inghilterra vi sarà capitato di fare tappa all’aeroporto di Heathrow. Questa infrastruttura è un punto nevralgico per il suo paese, sopratutto perché il traffico di viaggiatori, che nel... continua>