Pagamenti via cellulare, mPayment: accordo fra Vodafone e Visa

e , colossi rispettivamente della telefonia mobile e delle carte di credito, insieme per il progetto mPayment.

Grazie infatti all’accordo sottoscritto durante l’MWC 2012 in corso a Barcellona, sarà presto possibile effettuare pagamenti senza utilizzare denaro contante, semplicemente con il proprio smartphone.

La nuova piattaforma sfrutta semplicemente l’associazione fra una carta prepagata Visa (comprese le Postepay), e il proprio numero di telefono del gestore Vodafone. A quel punto, non sarà più necessario dover utilizzare i contanti, bancomat  o la stessa carta di credito, ma la transazione potrà essere portata a termine direttamente tramite il cellulare.

APPROFONDIMENTO: Pagamenti via cellulare: accordo fra Intel e Mastercard

Il progetto prevede il lancio del servizio in 30 Paesi, fra cui ovviamente l’Italia, ma inizialmente mPayment sarà attivo in Germania, Olanda, Turchia e Gran Bretagna. Il servizio sarà attivo e perfettamente funzionante anche con i tablet.

Il bacino d’utenza a cui si rivolge, solo per l’Europa, è di circa 400 milioni di abitanti.

Da tempo ormai il sistema di pagamento via mobile è al centro degli investimenti e delle strategie di sviluppi dei colossi della tecnologia e della telefonia. Nell’era del boom di tablet e smartphone, il business dei pagamenti con questi gioiellini può davvero rappresentare una miniera d’oro per i prossimi anni.

Condividi questa pagina con i tuoi amici
|

Commenti

Altre Notizie PianetaTech, news di tecnologia
18 aprile 2014

Uno studio per capire come deve ballare un uomo che vuole attrarre le donne

Ballare è senza dubbio un gesto di espressione personale (che alcuni dovrebbero astenersi dal fare) ma spesso è anche la cosiddetta “espressione verticale di un desiderio orizzontale”. Dunque se il fine settimana... continua>
18 aprile 2014

FootMov,controllare i videogiochi con i piedi

FootMoov è un progetto che punta a rendere le vostre scarpe dei controller di gioco, usarle insomma sarà un po’ come avere due controller del Wii attaccati ai piedi. LEGGI ANCHE: Lo specchio per... continua>