Samsung Nexus S: Vodafone lo propone a 549 euro

L’attesissimo Samsung Nexus S, il nuovo cellulare targato Google con sistema operativo Android Gingerbread 2.3, farà il suo debutto  in Italia con Vodafone.

Il colosso britannico della telefonia, infatti, lo propone in Italia al costo di 549 euro, in esclusiva nei propri negozi presenti in tutte le città d’Italia, e sul suo store ufficiale on line.

Se si sceglierà di acquistarlo sul web, il prezzo include la spedizione. Il dispositivo sarà disponibile a partire dalla prossima settimana.

Si tratta di uno smartphone di ultima generazione che ha incuriosito moltissimo gli addetti ai lavori ed i consumatori, in quanto è il dispositivo con sistema operativo Android più evoluto attualmente sul mercato.

Fra le caratteristiche tecniche del , ricordiamo la fotocamera posteriore da 5 megapixel, la memoria interna da 16 Gb, la possibilità di trasmettere dati con il Bluetooth 2.1, lo schermo da 800 x 480 pixel.

Ovviamente uno dei punti di forza e la enorme disponibilità di applicazione da scaricare per Android.

Il Nexus S potrà essere però acquistato anche con un’altra soluzione, grazie all’offerta di Vodafone che prevede un costo mensile di 29 euro per 2 anni nel quale è compreso lo smartphone.

L’offerta in questione è “Più Smart Vodafone”, con la possibilità di scegliere liberamente il piano tariffario in abbonamento preferito, comprensivo di traffico Internet.

Condividi questa pagina con i tuoi amici
|

Commenti

Altre Notizie PianetaTech, news di tecnologia
23 luglio 2014

8 modi per scaricare Ebook gratuitamente (e legalmente)

Gli ebook stanno sempre più guadagnandosi spazio nelle abitudini di moltissimi lettori, che stanno progressivamente rinunciando al piacere della carta stampata in nome della praticità dei lettori multimediali, che permettono di portare... continua>
23 luglio 2014

Le prime olimpiadi robotiche si terranno nel 2020

Fra tutte i paesi del mondo il Giappone è certamente quello che più ha creduto nello sviluppo della robotica. L’ennesima prova arriva con la recente notizia rilasciata proprio dal Governo nipponico. Il... continua>