Tv Italiane: app Android per guardare la tv via smartphone

Screenshot app Tv ItalianeTv Italiane è un applicazione per guardare la televisione direttamente dagli smartphone e i tablet Android.

Dopo averla scaricata, è necessario installare il plugin Vitamio, dopodichè sarà possibile accedere allo streaming in diretta dei principali canali televisivi italiani visibili in chiaro.

L’app, realizzata da Giuseppe Iuculano, è ancora in versione beta e consente di guardare diversi canali, divisi in 4 categorie: Rai, Mediaset, SAT e Musica.

Foto Screenshot app Tv Italiane Clicca le foto per ingrandirle

I canali del gruppo Rai sono i seguenti: RaiUno, RaiDue, RaiTre, Rai4, Rai5, RaiNews, RaiGulp, RaiSport1, RaiSport2, RaiScuola, RaiStoria, RaiPremium, RaiYoyo, RaiMovie, RaiMed, Rai World ed Euro News.

Per il gruppo Mediaset, è possibile guardare Canale5 SAT, Italia1 SAT e Rete4 SAT. Il gruppo SAT comprende diversi canali, tra i quali: La7 (Tvdream), Passione Pesca, Justice TV, Studio Europa e molti altri. Infine, tra i canali Musica ci sono Deejay TV e RTL 102.5.

E’ possibile scaricare l’app TV Italiane (beta) gratuitamente dall’Android Market, cliccando su questo LINK.

Guarda le foto Screenshot app Tv Italiane

Foto Screenshot app Tv Italiane

Alcuni screenshot di questa applicazione Android, che consente di guardare la televisione direttamente dallo smartphone.

Condividi questa pagina con i tuoi amici
|

Commenti

Altre Notizie PianetaTech, news di tecnologia
23 luglio 2014

8 modi per scaricare Ebook gratuitamente (e legalmente)

Gli ebook stanno sempre più guadagnandosi spazio nelle abitudini di moltissimi lettori, che stanno progressivamente rinunciando al piacere della carta stampata in nome della praticità dei lettori multimediali, che permettono di portare... continua>
23 luglio 2014

Le prime olimpiadi robotiche si terranno nel 2020

Fra tutte i paesi del mondo il Giappone è certamente quello che più ha creduto nello sviluppo della robotica. L’ennesima prova arriva con la recente notizia rilasciata proprio dal Governo nipponico. Il... continua>