Jailbreak Ps3: accordo fra Sony e GeoHot

Chi si aspettava una lunga battaglia a suon di querele, prove schiaccianti, richieste di risarcimento danni rimarrà deluso.

L’epico scontro fra il colosso giapponese delle console e l’hacker più famoso del momento (George Hotz alias GeoHot), si è concluso con un pacifico accordo.

Le due parti in causa, infatti, come riferisce il blog ufficiale della stessa Sony, si sono messe d’accordo con soddisfazione reciproca.

In sostanza, ha accettato un’ingiunzione permanente da parte dell’azienda leader nel settore dell’entertainment, che a sua volta ha ritirato le accuse penali nei suoi confronti.

Insomma, per fare una metafora calcistica, l’hacker dai folti capelli castani se l’è cavata con un’ammonizione permanente.

L’ingiunzione vieta a GeoHot di sviluppare e soprattutto diffondere qualsiasi tipo di software, applicazione e procedura che possa violare e compromettere l’integrità e la sicurezza delle console targate Sony e di tutti gli altri prodotti.

La Sony si è detta soddisfatta per l’accordo pacifico che ha evitato una lunga causa in tribunale, dichiarando che l’obiettivo dell’azienda è quello di tutelare sia la proprietà intellettuale che i consumatori e clienti.

GeoHot, invece, che nei giorni scorsi era stato difeso ufficialmente dal gruppo di hacker Anonymous, ha dichiarato di non aver mai voluto favorire la pirateria e creare problemi ai milioni di utenti che possiedono una console Sony.

Pace fatta, dunque. Di certo in molti avranno illustrato al giovane pirata le conseguenze penali ed economiche che avrebbe potuto subire in caso di condanna, e per questo si è visto costretto a fare marcia indietro.

Condividi questa pagina con i tuoi amici
|

Commenti

Altre Notizie PianetaTech, news di tecnologia
27 luglio 2014

Pilotare un Jaeger di Pacific Rim con Oculus Rift (video)

Sembra davvero un ottimo momento per Oculus VR, la società produttrice del dispositivo per la realtà virtuale Oculus Rift: oltre all’ufficializzazione, pochi giorni fa, dell’acquisto da parte di Facebook e alle recenti... continua>
26 luglio 2014

Bose fa causa a Beats audio per proteggere la propria tecnologia di cancellazione del rumore

Sarà l’aria che tira in casa Apple, ormai abituata alle interminabili cause sui brevetti contro Samsung e altri colleghi, ma dopo il recente annuncio dell’acquisizione da parte del colosso di Cupertino anche... continua>