Gli hard-disk SSD non scenderanno ulteriormente di prezzo

Gli ultimi mesi hanno visto i prezzi dei dischi , e di conseguenza dei dispositivi che li adoperano, scendere in modo costante sino ad oggi.

Il motivo di questo ribasso dei prezzi non è dovuto alle economie di scala, bensì a un accumulo di unità SSD prodotte ma invendute, obbligando così i grossisti a ritoccare periodicamente il prezzo.

Samsung e Toshiba, che sono tra i principali produttori di questi dischi, avevano programmato l’espansione dei loro stabilimenti che producono dischi SSD.

LEGGI ANCHE: Intel lancia sul mercato rivoluzionari SSD: fino a 800 Gb

Ma a causa dell’eccessivo ribasso dei prezzi, sembrano intenzionate a rimandare ulteriormente l’aumento di produzione e anzi, ridurre il numero complessivo di pezzi prodotti.

Cioò significa che con buone probabilità i prezzi dei dischi a stato solido non continueranno a scendere ma rimarranno fermi almeno fino a quando il prezzo non riprenderà a salire, forse solo in quel momento i due giganti tecnologici aumenteranno nuovamente la produzione.

LEGGI ANCHE: Nuovi MacBook Air 2012, SSD: prestazioni da record, +217%

Condividi questa pagina con i tuoi amici
|

Commenti

Altre Notizie PianetaTech, news di tecnologia
24 luglio 2014

Le scarpe smart che vi indicano la direzione da seguire

Con il diffondersi dei dispositivi smart portatili, e in particolare di quelli indossabili, molti aspetti della nostra vita si sono semplificati: una difficoltà che da tempo non rappresenta più un problema, ad... continua>
24 luglio 2014

Bunch o’ Balloons, il progetto su Kickstarter per vincere ogni guerra con bombe d’acqua (foto e video)

In una guerra combattuta a colpi di bombe d’acqua, la parte più lunga, difficile e noiosa è sempre la stessa: la corsa agli armamenti. Inutile girarci attorno: sorpreso da un attacco improvviso,... continua>