Anonymous vs Formula 1, attacco hacker per boicottare GP Bahrain [FOTO]

Anonymous vs Formula 1 Gp BahrainAlla vigilia del GranPremio di Formula 1, che si disputerà proprio questo fine settimana in Bahrain, gli di hanno compiuto un attacco multiplo proprio ai danni di alcuni spazi web relativi al celebre sport delle quattro ruote.

In particolare, nella giornata di ieri, venerdì 20 aprile, sono stati colpiti il sito ufficiale della Formula 1 (rimasto offline per diverso tempo), il portale “f1-racers”, e il sito ufficiale del Ministero dell’Interno del Paese asiatico nel quale si disputerà la corsa automobilistica. Nello specifico, su uno dei siti colpiti dall’attacco è stato messo in pratica l’ormai consueto “defacing” della relativa home page.

Foto Anonymous vs Formula 1 Gp Bahrain Clicca le foto per ingrandirle

Nella versione “defacciata” della pagina principale è stato pubblicato quindi un apposito comunicato di rivendicazione da parte degli hacktivisti, nel quale sono state spiegate le ragioni alla base dell’azione dimostrativa compiuta sul web.
Questo un estratto della rivendicazione:

“Not only is the Human Rights situation in Bahrain tragic, it becomes more drastic with each passing day. For these reasons the F1 Grand Prix in Bahrain should be strongly opposed.”

All’origine dell’attacco di Anonymous ci sarebbe pertanto la tutela dei diritti umani della popolazione del Bahrain.
Questi ultimi, a detta degli hacktivisti, sarebbero stati ripetutamente “violati” da parte dell’“oppressivo regime” di Hamad bin Al Khalifa. Per tali motivi, Anonymous avrebbe tentato di “boicottare” l’evento sportivo in programma in questi giorni.

Oltre alla sospensione delle violenze e delle torture perpetrate ai danni della popolazione, l’associazione di pirati del web avrebbe inoltre richiesto la liberazione di Abdulhadi AlKhawaja, un uomo impegnato nella difesa dei diritti umani. Questo il passaggio del comunicato nel quale viene avanzata la richiesta:

“We demand the immediate release of human rights worker Abdulhadi Alkhawaja who has spent over 70 days on hunger strike. He has committed no crimes and is being punished by the regime for advocating people’s basic human rights. Free him and all other political prisoners in Bahrain. End torture. Deport all mercenary police and stop the use of tear gas against civilians.”.

Nella Galleria Fotografica del presente articolo le immagini del defacing del sito f1-racers.net durante l’operazione #OpBahrain di Anonymous.

Guarda le foto Anonymous vs Formula 1 Gp Bahrain

Foto Anonymous vs Formula 1 Gp Bahrain

Le immagini dell’attacco hacker compiuto da Anonymous ai danni del sito ufficiale della Formula 1 e del defacing del portale f1-racers

Condividi questa pagina con i tuoi amici
|

Commenti

Altre Notizie Internet
21 marzo 2014

Twitter, come trovare primo tweet pubblicato: omaggio per 8° compleanno sito [GUIDA]

Primo tweet personaggi famosi su TwitterQual è stato il primo tweet postato da un particolare utente su Twitter? A partire da oggi trovare la risposta a tale domanda risulterà semplice e veloce.... continua>
21 marzo 2014

Ayrton Senna doodle Google per pilota Formula 1 Brasile 21 marzo 2014 [FOTO]

Google Doodle 2014Ayrton Senna, indimenticato campione e pilota di Formula 1 è il protagonista del doodle pubblicato online da Google oggi, venerdì 21 marzo 2014. In occasione del 54esimo anniversario della sua... continua>