Editoria online: Senato approva DDL sui contributi e blog

Nella giornata di ieri il Senato ha approvato in prima lettura il decreto sull’editoria, che stabilisce i nuovi requisiti per accedere ai contributi statali, in modo da renderli maggiormente selettivi, per stampa di partito, società cooperative e detta nuove normative sulla rete di distribuzione della stampa quotidiana e periodica, mentre è stato rimandato a un ordine del giorno il capitolo riguardante le stazioni radiofoniche e le reti televisive locali.

Ora la questione passa nelle mani della Camera, ma il decreto sull’editoria sembra poter vantare un sostegno trasversale. Il testo approvato dall’Aula di Palazzo Madama stabilisce che le testate periodiche create esclusivamente su supporto informatico e diffuse soltanto online, con redditi non superiori ai 100 mila euro non sono soggetti agli obblighi di legge della stampa.

APPROFONDIMENTO: Censura online, in arrivo legge per i blog?

Il DDL n° 3305 stabilisce inoltre che l’inserimento nel paniere dei ricavi del Sic (Sistema integrato di comunicazioni) della pubblicità online. Pertanto le aziende concessionarie di advertising operanti nel settore saranno costrette ad iscriversi nel registro degli operatori di comunicazione. Per quanto concerne invece il segmento della carta stampata la principale novità introdotta dal DDL è inerente ai criteri per l’assegnazione dei contributi statali.

Condividi questa pagina con i tuoi amici
|

Commenti

Altre Notizie Internet
21 marzo 2014

Twitter, come trovare primo tweet pubblicato: omaggio per 8° compleanno sito [GUIDA]

Primo tweet personaggi famosi su TwitterQual è stato il primo tweet postato da un particolare utente su Twitter? A partire da oggi trovare la risposta a tale domanda risulterà semplice e veloce.... continua>
21 marzo 2014

Ayrton Senna doodle Google per pilota Formula 1 Brasile 21 marzo 2014 [FOTO]

Google Doodle 2014Ayrton Senna, indimenticato campione e pilota di Formula 1 è il protagonista del doodle pubblicato online da Google oggi, venerdì 21 marzo 2014. In occasione del 54esimo anniversario della sua... continua>