Nella Silicon Valley anche i carcerati hanno un incubatore di start up

Se ci immaginiamo una prigione statunitense, ovviamente ci immaginiamo le tute celesti e i carcerati impegnati a far rissa, sollevare pesi o al massimo fare qualche umile lavoro manuale.

Ma non è proprio quello che accade nella prigione statale di San Quentin dove  ad appena un ora dalla Silicon Valley, da un anno a questa parte, è partito un nuovo progetto sperimentale per il reintegro dei detenuti del tutto nuovo.

Last Mile è il nome del programma e si pone come obbiettivo di insegnare ai detenuti a gestire una startup, studiando i social media, i business plan e tutto quello che serve per non rimanere indietro su quello che accade “fuori”.

Per ora i detenuti che hanno iniziato il corso sono solo in 5, ma le difficoltà non sono poche perché molti detenuti non hanno mai usato un computer e a tutti i detenuti del carcere di massima sicurezza è proibito comunicare all’esterno sino al termine della pena.

Condividi questa pagina con i tuoi amici
|

Commenti

Altre Notizie Internet
21 marzo 2014

Twitter, come trovare primo tweet pubblicato: omaggio per 8° compleanno sito [GUIDA]

Primo tweet personaggi famosi su TwitterQual è stato il primo tweet postato da un particolare utente su Twitter? A partire da oggi trovare la risposta a tale domanda risulterà semplice e veloce.... continua>
21 marzo 2014

Ayrton Senna doodle Google per pilota Formula 1 Brasile 21 marzo 2014 [FOTO]

Google Doodle 2014Ayrton Senna, indimenticato campione e pilota di Formula 1 è il protagonista del doodle pubblicato online da Google oggi, venerdì 21 marzo 2014. In occasione del 54esimo anniversario della sua... continua>