UE: software scaricati possono essere rivenduti come usato, una rivoluzione?

Da qualche tempo Oracle e la società tedesca UsedSoft, che come è facile immaginare si occupa della vendita di software usati, si trovavano a combattere in tribunale sulla legittimità o meno della rivendita di software di seconda mano sprovvisti di supporto fisico cioè quelli scaricati dopo il legale acquisto di una key.

Oracle con l’intenzione di tutelare i propri interessi ha fatto il possibile per impedire il riuso di questi software perchè nel contratto di licenza dei suoi software è consentito a 25 utenti di scaricare una copia del programma, ma non si aspettava la rivendita di queste licenze secondarie.

Di fatto UsedSoft, mettendo a disposizione questi 25 download di un software tecnicamente usato, si è ritrovata a combattere contro Oracle presso la  Corte di Giustizia Europea.

APPROFONDIMENTO: Microsoft condannata dall’Ue: multa da 860 milioni di euro

Quest’ultima ha stabilito che per quanto riguarda la Comunità Europea, il fatto che il software sia su disco o meno non cambia le cose, pertanto anche un software acquistato in formato digitale è vendibile come usato, ed ecco come ha giustificato la sua sentenza:

“Quando il detentore di diritti di copyright rende disponibile ad un suo cliente una copia – tangibile o intangibile – ed allo stesso tempo conclude, dietro pagamento, un accordo di licenza che garantisce al cliente i diritti di usare quella copia per un periodo di tempo illimitato, il detentore dei diritti vende la copia al cliente e pertanto esaurisce i suoi diritti esclusivi di distribuzione. Questa transazione coinvolge un trasferimento dei diritti di proprietà della copia. Per questo motivo, anche se gli accordi di licenza proibiscono un ulteriore trasferimento, il detentore dei diritti non si può più opporre alla rivendita di quella copia”.

In realtà l’ultima parola spetta al tribunale tedesco competente, poiché la sentenza della Corte di Giustizia Europea nasce da una richiesta di valutazione preliminare da parte dei giudici tedeschi i quali dovranno decidere se seguire le indicazioni dei giudici europei o meno.

E’ difficile credere che i giudici tedeschi disattendano quanto affermato dalla Corte di Giustizia Europea, ma Oracle ritiene che sia un grosso errore e che vada contro gli interessi economici della CE stessa.

APPROFONDIMENTO: Legge Acta sul copyright: bocciatura dalle Commissioni UE

Aldilà del caso specifico, questa sentenza è fondamentale per quanto riguarda molti contesti, poiché lo stesso criterio è virtualmente applicabile a servizi che permettono l’acquisto e il download del software come Origin, AppStore, PSN, Steam e chi più ne ha più ne metta, i quali per natura impediscono la rivendita dei giochi/software acquistati in digitale.

Per ora è tutto in forse, ma questa disputa apre un importante precedente per quanto riguarda i diritti dei consumatori del vecchio continente.

Condividi questa pagina con i tuoi amici
|

Commenti

Altre Notizie Internet
21 marzo 2014

Twitter, come trovare primo tweet pubblicato: omaggio per 8° compleanno sito [GUIDA]

Primo tweet personaggi famosi su TwitterQual è stato il primo tweet postato da un particolare utente su Twitter? A partire da oggi trovare la risposta a tale domanda risulterà semplice e veloce.... continua>
21 marzo 2014

Ayrton Senna doodle Google per pilota Formula 1 Brasile 21 marzo 2014 [FOTO]

Google Doodle 2014Ayrton Senna, indimenticato campione e pilota di Formula 1 è il protagonista del doodle pubblicato online da Google oggi, venerdì 21 marzo 2014. In occasione del 54esimo anniversario della sua... continua>