Hacker: email false di foto-tag Facebook usate per diffondere virus

Lo SPAM è usato ancora molto dagli malgrado molti servizi di posta elettronica sono capaci di intercettare in modo automatico queste email indesiderate.

Recentemente sono state diffuse un gran numero di email in tutto simili a quelle che Facebook invia quando si riceve un tag o una notifica di qualche tipo.

Queste email invece di portare l’utente a visualizzare la fotografia su cui pensa di essere stato taggato, porta in domini dai nomi simili a quello del social network in blu, ad esempio Faceboook o nomi con “errori” di altra natura.

LEGGI ANCHE: Guinness dei primati: i 10 più incredibili record di Internet

I siti su cui vengono indirizzate le vittime, anche se simili a quelli veri, sono poi dei veri e propri campi minati in cui diversi software (i cosiddetti black hole) cercano le vulnerabilità nel sistema, cercando prima di aggredire il browser, poi le applicazioni Adobe quali Flash e Java poi direttamente il sistema operativo al fine di ottenere il controllo della macchina.

La cosa diabolica è che se l’attacco non va a buon fine in tempi brevi, il sito malevolo reindirizza l’utente sul sito, quello vero, di Facebook così da minimizzare il rischio che l’utente si accorga di qualcosa di insolito.

Pertanto fate attenzione perchè nei domini internet gli errori di battitura non esistono, Faceboook.com e Facebook.com non sono affatto la stessa cosa.

Condividi questa pagina con i tuoi amici
|

Commenti

Altre Notizie Internet
21 marzo 2014

Twitter, come trovare primo tweet pubblicato: omaggio per 8° compleanno sito [GUIDA]

Primo tweet personaggi famosi su TwitterQual è stato il primo tweet postato da un particolare utente su Twitter? A partire da oggi trovare la risposta a tale domanda risulterà semplice e veloce.... continua>
21 marzo 2014

Ayrton Senna doodle Google per pilota Formula 1 Brasile 21 marzo 2014 [FOTO]

Google Doodle 2014Ayrton Senna, indimenticato campione e pilota di Formula 1 è il protagonista del doodle pubblicato online da Google oggi, venerdì 21 marzo 2014. In occasione del 54esimo anniversario della sua... continua>