Google Street View e privacy, vittoria per l’azienda in Svizzera

Un verdetto emesso venerdì dal tribunale federale svizzero ha decretato che Google ha il diritto di documentare le facciate delle abitazioni attraverso la sua tecnologia , pur imponendo alcune limitazioni relative alla privacy.

Il massimo tribunale svizzero ha stabilito che Google non deve assicuare al 100% l’oscuramento dei volti dei pedoni, delle targhe delle vetture e di altri elementi identificativi: il 99% è infatti una cifra adeguata. Questa sentenza lascia Street View legalmente identico in Svizzera, uno degli stati dotati di legislazioni inerenti alla privacy più evolute del pianeta.

APPROFONDIMENTO: Street View, nasce il kit per i posti più impervi

Sia le autorità svizzere che Big G si sono dichiarate soddisfatte del verdetto. Da tempo il servizio era al centro di bagarre legali quando si è scoperto che le auto equipaggiate da Google con le speciali telecamere raccolgono anche dati Web non criptati dalle reti wireless: pezzi di email, immagini private, password, post ed altri dati sensibili.

Il colosso di Mountain View  ritiene che la raccolta di questi dati personali è completamente fortuito e che tali informazioni non sono usate per nessun prodotto firmato Google.

Ciononostante, Google per questo è stata sanzionata con una multa pari a 25 mila dollari.

Condividi questa pagina con i tuoi amici
|

Commenti

Altre Notizie Internet
21 marzo 2014

Twitter, come trovare primo tweet pubblicato: omaggio per 8° compleanno sito [GUIDA]

Primo tweet personaggi famosi su TwitterQual è stato il primo tweet postato da un particolare utente su Twitter? A partire da oggi trovare la risposta a tale domanda risulterà semplice e veloce.... continua>
21 marzo 2014

Ayrton Senna doodle Google per pilota Formula 1 Brasile 21 marzo 2014 [FOTO]

Google Doodle 2014Ayrton Senna, indimenticato campione e pilota di Formula 1 è il protagonista del doodle pubblicato online da Google oggi, venerdì 21 marzo 2014. In occasione del 54esimo anniversario della sua... continua>