Pianetatech

Microsoft Azure si aggiorna e aggiunge il supporto a Linux

Microsoft ha integrato all’interno della sua piattaforma di cloud computing, Azure,  delle macchine virtuali con sistema Linux.

Questa novità per la piattaforma di cloud di casa a Redmont arriva in seguito all’annuncio del rilascio di una nuova versione di anteprima della piattaforma che aggiunge ora un nuovo servizio di Infrastructure-as-a-Service (IaaS).

In aggiunta al supporto per Windows Server 2008 e a Windows Server 2012 RC, Microsoft ha integrato all’interno di Hyper-V, core delle macchine virtuali sulla piattaforma Azure, anche openSUSE 12.1, SUSE Linux Enterprise Server 11, Ubuntu 12.04 e CentOS 6.2.

La società di Gates ha già pubblicamente dichiarato le sue intenzioni nel sostenere e supportare CentOS e SUSE Linux Enterprise Server, e queste novità in Azure manifestano per la prima volta tali intenzioni in modo concreto.

Altre novità in Azure riguardano i servizi di cloud Platform-as-a-Service (PaaS).

In particolare, sono state aggiornate le librerie per i linguaggi Java, .NET, PHP e Node.js.

Inoltre anche Python è stato aggiunto alla lista dei linguaggi supportati dalla piattaforma.

Altri miglioramenti nella nuova versione di anteprima di Azure includono la possibilità di creare Virtual Private Networks (VPN) che rende possibile l’utilizzo di Azure in un modello ibrido con installazioni on-site che integrano le macchine virtuali in esecuzione sui server Microsoft.

 

LEGGI ANCHE: Hyper-V di Microsoft supporterà CentOS

Se ti è piaciuto questo articolo Seguici su Facebook! e su Twitter
VN:F [1.9.1_1087]
Gradimento: 0.0/10 (0 voti)
Non ci sono commenti

Lascia un Commento