Pianetatech

Articoli e notizie contentute nell'archivio ‘marzo 2012’

Nuova legge inlgese sulle comunicazioni, a rischio la privacy

Russia, Isp contro la pirateria

Il governo inglese è alla volta di introdurre una nuova legislazione che permetta un maggiore controllo delle comunicazioni via web e via telefono. In sostanza occorrerà un mandato del giudice per accedere a contenuti, mentre quantità, durata e destinatari degli scambi saranno sempre accessibili. Secondo i difensori della e dei diritti dei navigatori c’è il rischio di retrocedere ai livelli della Cina.

Le aziende di telecomunicazione avranno l’obbligo di fornire dati relativi alle connessioni degli utenti in tempo reale all’agenzia di spionaggio elettronico…» leggi tutto

Non ci sono commenti

Cresce il numero di ebook piratati in Francia

Cresce il numero di ebook piratati in Francia

Da 3 000 a 4.000 libri, e da 8 000 a 10 000 fumetti sono disponibili in rete in maniera illegale. Un numero in crescita rapida stando allo studio reso noto da EbookZ, osservatorio della regione francese Ile de France reso noto in occasione della locale fiera del libro. Secondo l’indagine gli autori preferiti sono Agatha Christie e di Charlaine Harris, i cui libri sono tra i più piratati. Questi autori godono di 12 libri illegali disponibili su piattaforme di download illegale. Buona posizione anche per Frédéric Lenormand, il primo autore francese,…» leggi tutto

Non ci sono commenti

La Sony fa l’occhiolino alla pirateria

La Sony fa l'occhiolino alla pirateria

La Sony Pictures ha fatto una scelta di marketing alquanto discutibile ma coraggiosa. Il nuovo film The girl with the dragon tattoo, firmato David Fincher, verrà messo in commercio con una label alquanto curiosa. Il dvd avrà una grafica che ricorda un dvd masterizzato con tanto di titolo scarobocchiato col pennarello indelebile. Un packaging alternativo che sembra voler quasi farsi beffa dei pirati. Sembra una provocazione, come dire “ecco qui”, il dvd masterizzato ve lo diamo già noi.

Ancora non sono chiare le motivazioni di Sony. Per alcuni si tratta…» leggi tutto

Non ci sono commenti

Compagnie telefoniche ammettono l’uso di filtri

Con Hadopi il p2p è diminuito del 66%, ma le major continuano a perdere proventi

Gli operatori di telefonia hanno fatto mea culpa di fronte alla Commissione Europea per quanto riguarda i filtri imposti al traffico . Niente di nuovo, ma spesso gli operatori negano di applicare discriminazioni alle differenti tipologie di traffico internet. Riconoscerlo d’innanzi ad istituzioni internazionali è un’ammissione di colpa di notevole rilievo.

I filtri non sarebbero imposti solo al traffico P2p ma anche alle telefonate che corrono sull’Ip, come ad asempio servizi simili a Skype che si basano su tale protocollo. A quanto pare Skype…» leggi tutto

1 Commento

Nasce Retroshare, rete di scambio anonima

Nasce Retroshare, rete di scambio anonima

La chiusura di numerosi network di scambio e famosi cyberlocker, ha creato uno spazio vuoto in rete, destinato però a sopperire in breve tempo. All’opera vi sono programmatori ed hacker che alla chiusura dei siti e l’imposizione di leggi anti proprio non ci stanno. Ecco che ultimo in ordine temporale è nato Retroshare, una rete che promette la panacea per gli utenti: l’assoluto anonimato. Si tratta di un sistema decentralizzato, senza conservazione di indirizzi Ip e privo di censura.

Il sistema funziona mediante…» leggi tutto

Non ci sono commenti

British Telecom e TalkTalk contro le leggi antipirateria Uk

Russia, Isp contro la pirateria

British Telecom e TalkTalk hanno perso una causa importante in tribunale: Le compagnie non sarebbero riuscite a difendere la loro tesi secondo la quale la britannica Digital Economy sarebbe incompatibile con il diritto europeo. Nonostante le misure anti-pirateria attuate nel Regno Unito siano controverse, il tribunale ha dato ragione a quanti sostengono le leggi in questione.

In particolare i giudici della Corte d’Appello hanno ritenuto che  non vi fosse alcuna esigenza di cercare chiarimenti dinanzi alla Corte europea. La legge prevede che gli » leggi tutto

Non ci sono commenti