A 200 milioni di utenti piacciono i giochi su Facebook

Aumentano costantemente gli appassionati dei giochi proposti da ; secondo il CEO del social network, Mark Zuckerberg, nell’arco di un mese sarebbero circa 200 milioni gli utenti che utilizzerebbero questa funzione. Si tratta di videogiochi quasi totalmente gratuiti, realizzati con tecnologia flash.

Tra i giochi più amati ci sono senz’altro Pet Society e . Questi e gli altri giochi presenti su Facebook permettono non soltanto un’esperienza di gioco individuale divertente, ma stimolano la sfida e in alcuni casi anche la cooperazione con gli altri iscritti. L’accesso alla top ten dei giochi presenti sul social network è quantificabile con oltre 12 milioni di persone, altro dato interessante indica che il 40% degli utenti effettuata l’accesso esclusivamente per giocare.

Secondo Zuckerberg, ci sarebbe un rapporto di amore e odio tra i giochi e gli utenti: nonostante i numeri di apprezzamento parlino chiaro, generano però anche il maggior numero delle lamentele che il social network complessivamente riceve. Il CEO di Facebook, durante l’ultima conferenza ha anche annunciato un’interessante novità che riguarderà proprio il mondo dei giochi: i giocatori potranno comunicare ai propri amici i progressi fatti nei videogiochi in modo selettivo, tramite il sistema delle notifiche senza disturbare coloro che non usano i giochi flash sul social network.

Condividi questa pagina con i tuoi amici
|

Commenti

Altre Notizie PianetaTech, news di tecnologia
23 luglio 2014

8 modi per scaricare Ebook gratuitamente (e legalmente)

Gli ebook stanno sempre più guadagnandosi spazio nelle abitudini di moltissimi lettori, che stanno progressivamente rinunciando al piacere della carta stampata in nome della praticità dei lettori multimediali, che permettono di portare... continua>
23 luglio 2014

Le prime olimpiadi robotiche si terranno nel 2020

Fra tutte i paesi del mondo il Giappone è certamente quello che più ha creduto nello sviluppo della robotica. L’ennesima prova arriva con la recente notizia rilasciata proprio dal Governo nipponico. Il... continua>