Facebook, presto nuovo strumento contro spam e phishing

Se spesso è stata contestata a Facebook la scarsa tutela della privacy, non da meno sono state le polemiche sul rischio di spam. E così, dopo essere intervenuto con nuove misure a favore della riservatezza, ora il popolare social network ha deciso di apportare dei cambiamenti per rimuovere le fonti spammer dagli account dei suoi utenti.

La nuova funzione consentirà infatti di monitorare quali computer o dispositivi mobili sono collegati al proprio profilo, eliminando gli intrusi con un apposito pulsante. Dopodiché sarebbe una buona norma provvedere a cambiare la propria password, sostituendola con una più difficile da individuare (utilizzo di parole lunghe, di numeri e di lettere maiuscole insieme, eccetera).

Questo perché lo spam tramite Facebook proviene spesso da fonti insospettabili, in grado di convincere gli utenti ad inserire la propria password e il proprio nome all’interno di falsi siti, per poi carpirne i dati. Si tratta della nota tecnica del , al fine di inviare pubblicità molesta o e-mail contenenti delle vere e proprie truffe.

Come per altre applicazioni di Facebook precedenti, l’accesso al nuovo strumento di sicurezza  – illustrato QUI nella pagina Facebook Security – non sarà immediato per tutti, ma sarà introdotto gradualmente, a cominciare dagli account negli Stati Uniti. Per verificarne la disponibilità, basterà cliccare sulla sezione “Impostazioni account” e quindi individuare gli ospiti indesiderati con le relative indicazioni del browser, del sistema operativo usato e della provenienza.

Condividi questa pagina con i tuoi amici
|

Commenti

Altre Notizie PianetaTech, news di tecnologia
23 luglio 2014

8 modi per scaricare Ebook gratuitamente (e legalmente)

Gli ebook stanno sempre più guadagnandosi spazio nelle abitudini di moltissimi lettori, che stanno progressivamente rinunciando al piacere della carta stampata in nome della praticità dei lettori multimediali, che permettono di portare... continua>
23 luglio 2014

Le prime olimpiadi robotiche si terranno nel 2020

Fra tutte i paesi del mondo il Giappone è certamente quello che più ha creduto nello sviluppo della robotica. L’ennesima prova arriva con la recente notizia rilasciata proprio dal Governo nipponico. Il... continua>