Pianetatech

Sul Nokia Lumia 610 problemi per PES 2012 e Angry Birds

Nokia Lumia 610È di qualche giorno fa la notizia che il Nokia Lumia 610 non supporterà più Skype. Come avevamo ipotizzato, l’applicazione VoIP rischia di non essere la sola: pare che rientrino nel novero delle app non compatibili anche alcuni giochi “must have”, come PES 2012 e, soprattutto, come , un successo planetario che, stranamente, funziona anche su smartphone con caratteristiche tecniche simili o inferiori.

Siamo stati facili oracoli. Era difficile ipotizzare che i 256 MB di RAM presenti sul Lumia 610 potessero costituire un problema soltanto per Skype. Un paio di giorni ed ecco arrivata la conferma: oltre al più popolare software VoIP rischiano di rimanere incompatibili anche giochi importanti come PES 2012, popolare simulazione calcistica di Konami, e Angry Birds, il gioco dei record progettato dalla finlandese Rovio.

Se di PES si può fare a meno, (quasi) lo stesso non si può dire di Angry Birds, visto che è diventato praticamente obbligatorio averlo sul proprio smartphone. Ancora più strano che il gioco funziona senza alcun problema su smartphone anche meno performanti del 610, come i telefoni delle serie Asha, sempre di Nokia ma con piattaforma S40. Il problema pare derivare dal fatto che i 256 MB di RAM sarebbero troppo impegnati a far girare il sistema operativo per dedicarsi ad altre applicazioni.

LEGGI ANCHE: Nokia Lumia 900: il miglior smartphone secondo Consumer Reports

Una notizia che rischia di pesare come un macigno sulla nuova avventura di Nokia con Windows Phone, tanto più che la casa produttrice finlandese è intenzionata a puntare molto proprio sugli smartphone low cost con scheda tecnica “di base”. Per quanto riguarda Angry Birds, invece, pare che Rovio sia già al lavoro per realizzare una versione compatibile anche con il Lumia 610 e con gli entrylevel della serie ancora in fase di lancio.

Se ti è piaciuto questo articolo Seguici su Facebook! e su Twitter
VN:F [1.9.1_1087]
Gradimento: 0.0/10 (0 voti)
Non ci sono commenti

Lascia un Commento