Pianetatech

Progetto Seabird, uno smartphone nel futuro di Mozilla

potrebbe debuttare nel degli con il suo Seabird, un concept completamente open source per “liberare gli utenti dai vincoli imposti dai produttori”. Dopo aver rivoluzionato il settore dei browser web con Firefox, la Mozilla Foundation sembra intenzionata a portare la filosofia open source anche tra gli smartphone.

In realtà l’idea di un sistema operativo aperto non è affatto nuova, basti pensare ad Android e ai grandi risultati di mercato che sta ottenendo, tuttavia l’idea è attraente e desta molta curiosità. La domanda principale è perché Mozilla, forte del suo successo nel settore dei browser, dovrebbe cimentarsi in un mercato completamente differente, e altamente competitivo, come quello degli smartphone?

La risposta potrebbe essere costituita proprio dall’incapacità dimostrata finora da parte di Mozilla di riuscire a portare il suo prodotto più importante, Firefox, su un sistema operativo mobile. Le versioni del browser per smartphone, infatti, sono ancora ferme alle versioni di prova mentre il debutto di Google Chrome ha fatto cadere molte sicurezze anche nel mercato dei PC.

Il progetto Seabird, quindi, potrebbe risollevare le sorti di Mozilla e dare un nuovo input al mercato degli smartphone. Tuttavia, i precedenti per le software house che si propongono come produttori non sono positivi: basti pensare alla sorte dei Kin, i due smartphone realizzati da Microsoft, e al Nexus One, l’unico telefono prodotto e distribuito direttamente da Google

Se ti è piaciuto questo articolo Seguici su Facebook! e su Twitter
VN:F [1.9.1_1087]
Gradimento: 10.0/10 (1 voto)
Progetto Seabird, uno smartphone nel futuro di Mozilla, 10.0 out of 10 based on 1 rating
Non ci sono commenti

Lascia un Commento